Vacuum Bell

La “Vacuum Bell” (ventosa) è un’opzione non chirurgica per i pazienti affetti da Pectus Excavatum di grado medio e/o pazienti con petto grave che non intendono sottoporsi / non sono considerati candidati alla correzione chirurgica. Il team del prof.  Messineo, tra i primi a introdurre in Italia questa tecnica, ha un’importante esperienza nella gestione e nell’indicazione appropriata di questo presidio.
Esistono vari tipi di “vacuum bell” che si adattano a differenti conformazioni del torace. Lo strumento agisce creando un vuoto tra parete toracica e ventosa, permettendo allo sterno di risalire.
L’utilizzo di questo strumento per almeno un’ora al giorno per un periodo minimo di 6 mesi (il tutto in relazione all’età del paziente ed alla sua struttura toracica) consente di ottenere la massima correzione possibile. In circa 2 anni di utilizzo, la correzione può diventare permanente.
Anche se si tratta di un trattamento non chirurgico è sempre meglio utilizzarlo con la supervisione di uno specialista di petto escavato, in quanto la possibile presenza di patologie cardiocircolatorie misconosciute può rendere l’utilizzo di questo strumento pericoloso.

Share on FacebookShare on Google+